Fornace Penna, “cattedrale” industriale

sampieri pisciotto DSC_8175Una cattedrale maestosa. La si potrebbe definire così la vecchia fornace del Pisciotto a Sampieri, già visibile da lontano, dalla pineta, dalla spiaggia e in particolare dal mare aperto. Meta di innumerevoli passeggiate, l’antico rudere della fornace di laterizi entrata in funzione nel 1912 e distrutta da un incendio doloso nel gennaio del 1924 è uno dei siti di maggiore interesse, su scala nazionale, anche grazie alla popolarità televisiva avuta da quando è stato identificato con la “mannara” del commissario Montalbano, il luogo in cui, nella fiction televisiva, avvengono misteriosi delitti.
La Fornace Penna è un vero e proprio monumento di archeologia industriale.
Il complesso, ubicato nel comune di Scicli presso la contrada Pisciotto vicino al borgo marinaro di Sampieri, è noto col nome di Fornace Penna ed era destinato alla produzione di laterizi.
Il 26 gennaio 1924 la fabbrica fu distrutta nelle sue parti lignee da un incendio sicuramente d’origine dolosa e non fu mai risistemata.